All’interno di Dedica a AMOS OZ  Pordenone 3-17 marzo 2007

Dalla terra dei miracoli
Inaugurazione della mostra fotografica di Wendy Sue Lamm: Sabato 10 marzo ore 17.30 Teatro Comunale Giuseppe Verdi

Con Wendy Sue Lamm. Presentazione di Andrea Jacchia e Giancarlo Pauletto


Può una terra contesa tra due popoli, martoriata, divisa dall’odio, essere ancora chiamata “terra dei miracoli”?
Image
Le foto dell’americana Wendy Sue Lamm, cresciuta alla scuola del fotogiornalismo della France Press, con la rapidità dello scatto e l’immediatezza che deve essere il requisito per la comprensione giornalistica, tentano di fornire una risposta attenta e sincera a questa angosciante domanda.
Lo sguardo della fotografa raccoglie frammenti di immagini, momenti duri e sanguinari e li giustappone ad altri delicati e teneri a volte anacronistici, per raccontare quanto sia assurda, astratta, ma purtroppo reale la quotidianità di israeliani e palestinesi. Una quotidianità fatta di paura e di morte, ma anche di ritorsioni e guerriglie, a volte impresse nella pellicola in maniera delicatamente ironica per descrivere una terra dove il vero miracolo è la convivenza pacifica, è il riuscire a svegliarsi tutte le mattine, è provare a vivere normalmente.
La mostra è aperta dal 12 marzo fino al 6 aprile tutti i giorni, domenica compresa, dalle ore 15.00 alle ore 19.00.
INGRESSO LIBERO
Inaugurazione Sabato 10 marzo - ore 17.30 Teatro Comunale Giuseppe Verdi


Wendy Sue Lamm, fotografa, è nata a Los Angeles nel 1964. Laureata nel 1988 all’Università di Berkeley in California, dal 1998 è entrata a far parte dell’agenzia Contrasto. Le sue foto sono esposte nei più importanti musei del mondo e vengono regolarmente pubblicate su prestigiose riviste quali il “New York Times Magazine”, “Newsweek”, “Geo”, “Der Spiegel”, “Elle”. Per la sua attività ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti quali il World Press Photo Award, importante premio di fotogiornalismo internazionale e il Premio Pulitzer Spot News Reporting nel 1996 per le sue fotografie del terremoto di Northridge.
Info: www.dedicafestival.it