“Mi chiamavano il Pordenone… passioni e capolavori”

Martedì 7 maggio ore 20.30

Vallenoncello - Pordenone

Grande riscontro di pubblico anche per il secondo appuntamento con Giovanni Antonio De’ Sacchis svoltosi ieri sera nella Chiesa dei Santi Ruperto e Leonardo a Vallenoncello. La splendida Pala d’Altare della Madonna con il Bambino tra i Santi Sebastiano, Ruperto, Leonardo e Rocco dipinta dal Pordenone, che troneggia su questo altare parrocchiale dal 1514, è stata il perfetto connubio tra le note musicali suonate dai ragazzi della scuola Polinote e i racconti della Dottoressa Maria Marzullo sulle passioni del De’ Sacchis, affrescate dipinte e accuratamente rappresentate dal Giovanni Antonio nelle sue opere.

 

Francesco Bulli e il suo violino

Francesco Bulli e il suo violino