HUMUS PARK 2016

5° International land art meeting and exposition

 

Per la sua quinta edizione Humus Park, International Land Art Meeting and Exposition a cadenza biennale, ha ampliato ancora di più i propri orizzonti creando nuovi intrecci e relazioni, nello spazio, nel tempo, tra le nazioni e le specificità degli artisti.

Sono state due le settimane di lavoro, la prima dal 9 al 14 maggio al Palù di Livenza (importante sito archeologico Patrimonio Unesco, ricco di acqua sorgiva situato tra i Comuni di Caneva e Polcenigo), la seconda dal 16 al 21 maggio nel Parco del Museo Archeologico di Torre a Pordenone (dove il castello accoglie tutti i reperti archeologici della

provincia di Pordenone compresi quelli provenienti dall'area del Palù e affiorano resti di una villa romana) e, seguendo il corso del Noncello che lo lambisce, nel vicino Parco del Seminario, isola verde racchiusa tra due rami del fiume, che accolse la prima edizione nel 2008, dove sono ancora visibili le tracce della produzione di foraggio con il sistema delle marcite.

Tre parchi dunque caratterizzati da una ricca vegetazione e da acqua pura, portatori ciascuno di un pezzo di storia del territorio: dagli insediamenti palafitticoli del Palù alla villa romana, dal castello di epoca medievale rimaneggiato nei secoli, fino ad arrivare agli operosi anni a cavallo tra fine Ottocento e inizio Novecento, quando fiorì lo sviluppo industriale basato su acque e canali, senza dimenticare le tracce del mondo rurale. La presenza del Seminario rimanda infine alla dimensione spirituale.

 

Per tutta la durata di “Estate in città 2016”, quindi nei mesi di luglio e agosto, ogni sabato alle ore 17.30 con ritrovo ingresso Seminario via Santi Martiri Concordiesi, gli Amici della Cultura vi guideranno tra le opere per scoprire i segreti della land art, degli artisti che hanno partecipato al meeting e per vedere come la natura sta già inglobando in se stessa i lavori realizzati. 

 

Ogni prima domenica del mese la visita sarà fatta in bicicletta, appuntamento alle ore 9.30 sempre all’ingresso del Seminario, ed il giro delle opere toccherà non solo il Parco del Seminario ma anche il sito della Villa Romana di Torre.