Comunicato stampa 

 

24 maggio 2013

 

 

 

 La memoria dell’Architettura e il Museo: incontri sul tema con maratonina finale.  Pordenone, 

Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, 17 maggio- 7 giugno 2013

 

 

LA MEMORIA DELL’ARCHITETTURA. PROVE GENERALI DI UN CENSIMENTO

NAZIONALE. IL CONTESTO PORDENONESE

 

Un edificio, come un’opera d’arte, ha un suo “corredo” di informazioni, che spaziano dalla prima idea, magari lo schizzo su un foglio poi subito cestinato, alla foto che ne documenta l’esistenza. Dietro le pietre dell’architettura infatti non sempre si riesce a immaginare la complessità e la quantità di carte, capitolati d’appalto, plastici, fotografie, disegni di studio ed esecutivi, un insieme eterogeneo che dalla volatilità di un’idea documenta, passo dopo passo, la nascita dell’opera .Tale insieme dicesi Archivio, e qualora questo venga a disperdersi o, peggio, venga distrutto, si cancella

la Storia, irrimediabilmente. Archivi e Musei hanno come finalità la conservazione non solo dell’opera ma anche della sua storia, ma nel caso ad esempio di un archivio privato come quello di un architetto operante - e la nostra regione vanta una solita tradizione e qualità del costruire e pertanto un buon numero di validi professionisti - non sempre è ben chiaro e presente il rischio della

perdita di una così importante fetta del proprio operato.

A frenare la dispersione della memoria, un importante progetto è stato varato dal Ministero dei Beni Culturali tramite la Direzione Generale per gli Archivi, promuovendo e finanziando su scala nazionale la salvaguardia e la valorizzazione degli archivi di architetti e ingegneri del Novecento, testimonianze e fonti preziose per comprendere il valore delle opere architettoniche ed il loro contesto storico e strumento imprescindibile, dal punto di vista operativo, per programmare su di esse interventi di manutenzione e restauro filologico. Il progetto, articolato in fasi successive, ha preso le mosse da un censimento, individuando sul territorio il patrimonio documentario meritevole di essere tutelato e fornendone una prima descrizione generale, preliminare a successive e più analitiche attività di studio. Fra i molti obiettivi del progetto c’è anche quello di pubblicare gran parte delle informazioni rilevate sia in strumenti di ricerca tradizionali, come cataloghi e guide tematiche, sia sul web, riversando le banche dati nel Sistema Informativo Unificato delle Soprintendenze Archivistiche (SIUSA). Il risultato del censimento a Pordenone è ora oggetto di una

presentazione promossa dalla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Pordenone, d’intesa con

l’Accademia San Marco, l’Ordine degli Architetti di Pordenone, e le Associazioni Amici di PArCo,

Amici della Cultura, MIRA.

 

Venerdi 31 maggio 2013 ore 17.30

Il censimento degli archivi degli Architetti della Provincia di Pordenone.

 

Con Renata Da Nova e Paolo Santoboni, Soprintendenza Archivistica per il Friuli Venezia Giulia,

Carla Pederoda, archivista. Sarà inoltre presente Pierpaolo Dorsi, Soprintendente archivistico per il Friuli Venezia Giulia.

 

Da alcuni anni il Ministero per i Beni e le Attività culturali, tramite la Direzione Generale per gli Archivi, ha promosso e finanziato su scala nazionale un progetto per la salvaguardia e la valorizzazione degli archivi di architetti e ingegneri del Novecento, testimonianze e fonti preziose per comprendere il valore delle opere architettoniche e il loro contesto storico e strumento imprescindibile, da un punto di vista operativo, per programmare su di esse interventi di manutenzione e restauro. Il progetto, articolato in fasi successive, ha preso le mosse da un censimento, individuando sul territorio il patrimonio documentario meritevole di essere tutelato e fornendone una prima descrizione generale, preliminare a successive e più analitiche attività di studio.

Fra i molti obiettivi del progetto c’è anche quello di pubblicare gran parte delle informazioni rilevate sia in strumenti di ricerca tradizionali, come cataloghi e guide tematiche, sia sul web, riversando le banche dati nel Sistema Informativo Unificato delle Soprintendenze Archivistiche (SIUSA).

 

Ingresso libero

 

 

 

Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Armando Pizzinato”

viale Dante, 33

Pordenone

info: 0434 392941 / 0434 523780 / 0434 392935

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

web: www.artemodernapordenone.it