Image

Mostra storico-artistica di oreficerie, sculture, dipinti, miniature, stampe, tessuti e fotografie dedicata alla Croce

La croce è divenuta, nel corso dei secoli, un segno capace di attraversare religioni e culture diverse caricandosi di significati molteplici e ugualmente profondi. “In Hoc Signo” si propone di offrire una panoramica inedita ed articolata sulla presenza di questo Simbolo nel territorio tra Livenza e Tagliamento, da sempre crocevia di popoli e culture. In questo contesto geografico, si è costituito nel corso dei secoli un patrimonio non solo artistico imperniato sulla croce, qualitativamente e quantitativamente ricco per valore, significati, modalità espressive e tecniche di produzione, del quale sono state selezionate oltre 200 opere, che rappresentano, in molti casi, capolavori di grande pregio storico e artistico.
Il percorso espositivo della Mostra parte da Concordia, antichissima sede vescovile, e continua attraverso le epoche longobarde e carolinge, caratterizzate da una forte simbologia sacra. Si giunge così all’alto Medioevo, durante il quale la croce viene legata alla figura del “Martire”, per arrivare fino alle riletture contemporanee.

 

La rassegna offre varie testimonianze della presenza del simbolo sul territorio: dai paramenti crucisignati ai reliquiari, dai calici ornati alle campane, dai libri corali miniati alle pale d’altare, dalla pubblicistica alle forme di devozione privata ed ufficiale. Una convivenza diffusa e quotidiana accanto alla quale si collocano le testimonianze di grandi scelte compiute nel segno della croce, quali i pellegrinaggi o le storiche imprese a cui parteciparono anche uomini di queste terre, come i beati Odorico da Pordenone e Marco d’Aviano.
Alle opere presentate in esposizione si affiancano i cicli di affreschi che, seguendo gli itinerari proposti, potranno essere goduti in loco assieme ad altre opere pittoriche e plastiche. Inoltre è stato pensato un percorso inedito a Venezia, strettamente legata dal punto di vista storico e culturale ai territori tra Livenza e Tagliamento.
L’evento offre quindi prospettive diverse, illustrate da documenti di straordinario splendore accolti in spazi carichi di suggestioni, a completamento della quale (ed a riprova della fertilità della tematica) sono state allestite due sezioni dedicate alle arti figurative contemporanee ed alla fotografia.
L’esposizione è ospitata in un territorio caratterizzato da una crescente multiculturalità e, in tale ambito, essa si propone come stimolo all’apertura verso il dialogo interreligioso ed interculturale, offrendo lo spunto per dibattiti e riflessioni sul tema.
La mostra si articola in tre sedi principali. A Pordenone negli spazi espositivi della Provincia in via Garibaldi e presso la Chiesa dell’ ex Convento di San Francesco. A Portogruaro nel Museo della Città, presso la Sala delle Colonne del Collegio Vescovile “Guglielmo Marconi”, nella Chiesa dei Santi Cristoforo e Luigi, ai Mulini sul Lemene ed inoltre all’Oratorio del Corpo di Cristo. Inoltre a Venezia saranno esposti celebri capolavori sulle croci, curando un itinerario che si snoderà fra i luoghi più famosi della città: le Chiese facenti parte del circuito "In Hoc Signo" saranno riconoscibili grazie ad un contrassegno esterno. Infine al visitatore si segnalano alcuni siti irrinunciabili: la Basilica Patriarcale di San Marco e Tesoro con i mosaici, sculture, oreficerie riguardanti la Croce; il Museo Diocesano di Sant’Apollonia con i reliquiari della Croce e le croci astili; la Galleria dell’Accademia con i “teleri” di Carpaccio e Gentile Bellini raffiguranti Miracolo della Croce; Santa Maria Gloriosa dei Frari con vari dipinti e sculture; la Scuola di San Rocco Crocifissione di Iacopo Tintoretto; il Redentore con il Crocifisso di Girolamo Campagna; la Chiesa dei Gesuiti e attiguo Oratorio dei Crociferi con dei dipinti di Palma il Giovane; infine Santa Maria Assunta di Torcello dove è possibile ammirare una Crocifissione in controfacciata ed un Crocifisso dell’iconostasi.

Orari:
dal Martedì alla Domenica il pomeriggio 15.30 - 19.30
Sabato e Domenica aperto anche la mattina 10.00 - 13.00
Chiuso il lunedì