Non è un numero tondo la 27a edizione delle Giornate del Cinema Muto di Pordenone (4-11 ottobre 2008), eppure si presenta nel suo programma come un’edizione di bilancio, di sintesi, e nel contempo di rilancio, di scoperta di nuovi percorsi. Gli eventi musicali sono la punta di questa ricreazione spettacolare, e quest’anno realizzeranno tra l’altro la promessa di ospitare Michael Nyman. Insieme a lui ci saranno anche i pianisti che fedelmente accompagnano le edizioni del festival. Del russo Alexander Shiryaev, danzatore maestro di Nijinski, si vedranno per la prima volta gli incunaboli non destinati a proiezioni pubbliche, una sicura rivelazione: non solo un documento sull’epoca d’oro della danza moderna ma anche un cinema d’invenzione e d’animazione, che prosegue le vitali scoperte delle Giornate nel cinema russo prerivoluzionario. Spicca l’omaggio a Mary Pickford disseminato nel programma: il festival si apre con l’evento musicale Sparrows (Passerotti) di Beaudine, e si prolunga col raro film russo Il bacio di Mary Pickford di Komarov, col promo video di Katie Melua intitolato appunto a Mary Pickford e con alcuni documentari tra cui l’anteprima assoluta di quello realizzato da Nicholas Eliopoulos, la cui voce fuori campo (con un altro paradosso degno del cinema muto) s’incarnerà nella presenza al festival. Si tratta di un ammirato attore di oggi, Michael York, che il festival accoglierà con l’entusiasmo di chi scopre che il cinema muto torna tra le passioni del nostro presente.
In collaborazione con lAssociazione Amici della Cultura di Pordenone gli ospiti delle Giornate hanno partecipato a delle passeggiate didattiche nel centro storico di Pordenone.
A chi fosse interessato all’iniziativa è possibile rifare  le escursioni: inviate la vostra adesione, specificando la lingua di vostro interesse, al seguente indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
To reserve your free guided tour please send an e-mail, indicating your preferred language, to: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.