Mostre ed Eventi

Molti di noi ancora non avevano avuto modo di visitare la nuova Galleria d’Arte Mo derna e Contemporanea “Armando Pizzinato”, inaugurata a metà novembre,  e così la visita guidata organizzata per la  mostra “Corrado Cagli e il suo magistero” è stata una ghiotta opportunità.
Le aspettative erano alte; in città si era parlato tanto di questa inaugurazione, della Galleria e del suo impatto sulle future attività culturali del territorio.

Giunta all’ingresso il primo impatto è stata


La nostra città è sempre “altra”, perché è in continuo divenire: cambiano gli abitanti e le componenti razziali, muta la f acies urbana, si trasformano le abitudini di vita portandosi dietro un differente modo di frequentare gli spazi pubblici e di concepire il rapporto fra centro e periferia.

 

La nostra città, al tempo stesso, non è mai “altra” da noi, anche quando vorremmo che lo fosse: perché – ci piaccia o no – ne facciamo parte e le sue dinamiche ci coinvolgono, pretendono da parte nostra un’espressione di responsabilità. L’estraneità alle sue problematiche è un lusso che non ci possiamo permettere.

 

A queste forme complementari di alterità hanno ispirato alcune loro opere gli artisti presenti in mostra.

All’interno di un luogo simbolico della città e della sua storia si confrontano così modi diversi di osservarla, di esaltarne la fisionomia, di rimeditarne visivamente il tessuto umano e culturale, di proiettarla in una dimensione ulteriore, fantastica, in cui essa – questa città in cui viviamo, o l’idea di città in senso lato – si fissa in immagine nel momento stesso in cui denuncia la propria irriducibilità allo sguardo individuale.

Ma proprio dalla coscienza sua complessità potrebbero già da oggi determinarsi i modi per risuscitare quel dialogo fra arte e città che nel nostro Paese è stato per secoli un meraviglioso, costitutivo dato di fatto.

 

Fulvio Dell’Agnese

 

Convento di San Francesco

Piazza della Motta

Pordenone

dal Martedì al Venerdì: 16.00-19.00

Sabato e Domenica: 10.30-12.30 e 16.00-19.00


contatto telefonico: 349 7908128

contatto e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

web: www.amicidellacultura.it

 

 

 

EX CONVENTO SAN FRANCESCO

3 DICEMBRE 2010 – 23 GENNAIO 2011

Inaugurazione Venerdì 3 dicembre ore 18.00

con la presentazione storico-artistica del Prof. Fulvio dell’Agnese

 

10 NOVEMBRE 2010

GLI AMICI DELLA CULTURA DI PORDENONE

VISITANO LA MOSTRA

MUNCH E LO SPIRITO DEL NORD. Scandinavia nel secondo ottocento

VILLA MANIN DI PASSARIANO

Lo spirito del Nord è fuori e dentro di noi; cammino in un lago di foglie morte , annegate nell’umidità.

Su villa Manin cade una pioggerella grigia che ti fa venir voglia di correre dentro, alla luce e al caldo.

Indossare la tecnologia e poi … pronti via !

Dopo due rampe di scale la guida ansima un po’; buon segno, penso io, non si andrà troppo veloci.

E invece: Danimarca, Hammershoi, finestrezig zagSyberg, Ring, interni olandesi, paesaggi grigizig zag …. Finlandia, simbolismo, Kallela, spazi immensi, bella gente, fierezzazig zag … ( accidenti, ho perso la guida ).

Norvegia, dominazione, libertà, Krogh, Nielsenzig zagsiamo già in Svezia, Larrsson, Strindberg, tragedia, natura incontaminata, solitudine, freddo dentro zig zage poi eccolo finalmente”.

Munch: devi rallentare, come un torrente quando raggiunge la pianura e comincia a serpeggiare lentamente da un’ansa all’altra.

Munch ti parla e può farti anche male; lo devi guardare in silenzio e lasciare che un po’ del suo spirito ti mulinelli intorno. Orizzonti senza limiti, spazi immensi da percorrere con lo sguardo e non con gli occhi; atmosfere pesanti tra la luce e il buio.

Grazie dell’attenzione, il giro è finito, Ja !!”

Oh no, sono quasi le sei; torniamo indietro, … no, non si può!

E io, … che volevo salutare la signora Kallela ?

E io, … che volevo sedermi sugli scogli insieme a Inger ?

E io, … che volevo dare al mano ai bambini e guardare con loro lo stupore del bosco ?

Il chiavistello, stridendo, chiude il portone conficcandosi nel pavimento.

Fuori! Il tempo è più grigio di prima.

Non oso immaginare cosa pensino le signore mentre camminano sull’acciottolato sconnesso delle barchesse, ma poi qualcuno, là in fondo, grida: “agli Angeli, agli Angeli … “

Bollicine e arance rosse; il sole in bottiglia. Questa sì che è vita!

Giorgio Forese

OLTRE LE NUVOLE

RICORDI FOTOGRAFICI DAI CAMPI DI VOLO

DELLA BRUGHIERA PORDENONESE 1915-17

 

Pordenone 3 settembre – 10 ottobre 2010

Spazi Espositivi Via Bertossi

 

La mostra, organizzata in collaborazione con  il Consorzio Culturale del Monfalconese di Ronchi dei Legionari, espone circa cento fotografie originali di Giovanni Cividini, fotografo che operò a Pordenone, SanVito al Tagliamento, Trieste e Monfalcone nei primi decenni del Novecento. Le immagini sono tutte tematiche e riguardano in particolare il campo di volo de La Comina.

Giovanni Cividini nacque nel 1879 a Trieste da madre proveniente da Fanna e giovanissimo si dedicò alla fotografia. Le sue origini influirono sulle scelte professionali del talentuoso fotografo, tantoché dopo aver intrapreso la professione

 

APPUNTAMENTO PER I SOCI

Visita alla mostra:

Cesare Laurenti (1854-1936).

Dal vero al Liberty: l’alchimia della pittura

Mercoledì 22 settembre ore14.30

 

Mercoledì 22 settembre 2010 alle ore 14.30, fissato il ritrovo di fronte a Palazzo Cossetti, sede della Banca Popolare FriulAdria – Crédit Agricole, per partecipare alla visita guidata della mostra di Cesare Laurenti. Per questioni organizzative si invitano i Soci a segnalare al più presto la loro partecipazione

 

A Palazzo Cossetti, nel centro di Pordenone, è possibile visitare fino al 30 settembre la mostra Cesare Laurenti. Dal vero al Liberty: l’alchimia della pittura. L’ esposizione, realizzata dalla Banca Popolare FriulAdria – Crédit Agricole, fa parte del programma di valorizzazione del patrimonio storico artistico di Veneto e Friuli che già da anni la Banca porta avanti. L’esauriente panoramica sul percorso artistico del Laurenti, allinea alcuni tra i maggiori capolavori dell’artista evidenziando il passaggio del pittore dalle scene di genere al decorativismo di gusto preraffaellita. La selezionata collezione di dipinti propone anche ritratti, per lo più di donne, realizzati con la tecnica della “Tempesta Laurenti” ispirata alla pittura nordica. Tra le opere esposte è presene un gruppo familiare dove compare anche la moglie dell’artista, Colomba Levi, sua musa e modella.

Cesare Laurenti, nato nel 1854 a Mesola, al confine tra Veneto ed Emilia Romagna, è stato sempre considerato


 

Visita alla mostra

Jacopo Bassano e lo stupendo inganno dell’occhio

Sabato 29 maggio 2010

 

“Le scarpe da pioggia nere o blù,

ombrelli da viaggio sottobraccio,

a Bassano siamo andati …. “

(libera citazione di Ivan Graziani)

Sotto un cielo minaccioso la strada si snoda strisciando da un paese all’altro, si divincola tra le rotonde che sembrano non finire mai.

Il viaggio è certamente pesante per chi guida, ma noi … guardiamo fuori: ville venete, palazzi, rocche e castelli sparpagliati in abbondanza su ogni rilievo o in ogni anfiteatro di colline; non c’è tempo per annoiarsi.

Bassano ci accoglie grondando le ultime gocce di una pioggia appena cessata. Ci inoltriamo verso il centro della città: nelle due piazze-salotto è in piena attività il mercato, in un’atmosfera serena che invita a sparpagliarsi tra le bancarelle. La tentazione è forte, ma il nostro orario di ingresso alla mostra è rigorosamente fissato.

Tra le sale del museo ci fa da guida la Direttrice ( nonché co-curatrice della mostra ); fredda e professionale, cerca di supplire al problema

 

 

 

Caravaggio

Scuderie del Quirinale

ROMA 3 – 5 giugno 2010


A Roma, scuderie del Quirinale, mostra dedicata a Caravaggio: è l’obiettivo principe del nostro viaggio.

Il 3 giugno 2010, alle prime luci del giorno, partiamo per Roma, in corriera; questo ci riporta ai tempi della scuola: siamo un gruppo (Amici della Cultura + Utea di Cordenons) di 26 “ragazzi in viaggio di istruzione”.

Il clima non è proprio estivo, ma per viaggiare va bene così. Dopo un paio di pit-stop, eccoci a Tivoli: Villa d’Este e Villa Adriana ci accolgono con la loro storia maestosa. Giardini, giochi d’acqua, stanze affrescate, spazi punteggiati da alberi secolari, resti di antiche imperiali costruzioni: visioni che tolgono il respiro per la meraviglia e l’orgoglio.

Pioviggina un poco: l’hôtel prenotato viene raggiunto con qualche manovra tra il traffico. Le stanze sono accoglienti, ovunque moquette che ammorbidisce i passi e invita al silenzio.

Dopo la cena…si esce? Nessuno risponde, il pensiero va già al cuscino. Domani…

 

 

Visita guidata alla mostra

I Basaldella. Dino , Mirko, Afro: una grande retrospettiva con opere note ed inedite Villa Manin di Passariano, Mercoledì 9 giugno 2010

 

Mercoledì pomeriggio un nutrito gruppo degli “Amici della Cultura” si è dato appuntamento, come al solito, nel parcheggio dell’ospedale per una nuova “escursione culturale”.

La meta era Villa Manin di Passariano dove, fino al 29 agosto, è allestita la mostra I Basaldella. Dino Mirko Afro.

Qui, erano attesi da una giovane guida, molto preparata, che li ha accompagnati attraverso le varie sale della villa e ha illustrato loro gran parte delle 170 opere esposte.

Per un’ora e mezza gli “amici” hanno seguito con interesse e partecipazione le sue spiegazioni. E alla fine erano tutti molto, molto soddisfatti e anche

 

30 Aprile 2010, Ex Convento di San Francesco

La voce dei classici

I grandi della letteratura attraverso le voci degli studenti del Leopardi-Majorana

 

 

 

Il silenzio del chiostro rotto solo dalle melodie del pianoforte e dei flauti, l’aria leggera, pochi posti a sedere e le emozioni dei grandi del passato, da sempre intrappolate tra le pagine dei libri, riportate alla vita dalle voci limpide e chiare, nonostante l’emozione, degli studenti del Liceo Leopardi-Majorana. Un pomeriggio tiepido, riscaldato dalla letteratura. Un’ora o poco più di poesia, di dolce evasione, lontano dai motorini e dai computer. Una vera e propria immersione in tempi e luoghi lontani e sconosciuti per rincorrere

TRA MUSICA E PAROLE

Proseguono gli Apertivi con l’autore presso il Caffè Letterario “Al Convento” di Piazza della Motta a Pordenone: Mercoledì 19 maggio alle ore 18.00 incontreremo Tullio Avoledo con L’anno dei dodici inverni. Presenta Gianmario Villalta, alla Chitarra Enrico Milanesi.
Evento con il patrocinio del Comune di Pordenone organizzato da Amici della Cultura e Caffè Letterario al “Convento” di Pordenone